Con o senza zucchero?

Scritto da Jean-Claude Luvini il 14/09/21

old-man-portrait-magnifying-glass-beard

L'idea che non bisogna aggiungere zucchero al caffè è abbastanza diffusa. Un po' per motivi di salute, un po' perché si crede che lo zucchero alteri il gusto e gli aromi del caffè.

Ci sono persone che sono quasi in imbarazzo quando aprono la bustina. Ma l'articolo di un grande esperto di caffè arriva in loro soccorso.  Scrive Luigi Odello, Presidente dell'Istituto Internazionale Assaggiatori di Caffè:

 

"Lo zucchero è per il caffè come una lente di ingrandimento. Ha un’attività di amplificazione di molte sostanze odorose presenti nel caffè, per cui rende migliori i caffè buoni e peggiori quelli che generano dispiacere." 

 

Per chi deve scegliere una miscela di caffè, il consiglio dell'esperto è quindi di assaggiare il caffè prima senza zucchero e poi con zucchero.

La concentrazione suggerita è del 5-10%, in un espresso pari a circa 3 grammi (oggi le bustine di zucchero più diffuse contengono 5 grammi, una dose un po' abbondante. Tuttavia per evitare sprechi si stanno diffondendo anche le bustine da 3 grammi.)

Del resto circa l'80% della popolazione beve il caffè con zucchero. Che senso ha creare una miscela senza assicurarsi che possa piacere anche a loro?